Il Maksutov-Cassegrain Sky-Watcher 127/1500 - Signature Series



Prologo

Questo strumento è l'ultimo arrivato, ottobre 2015, a completare il parco strumentazione
Per lunghi mesi è stato oggetto di comparazione con altri strumenti di diametro simile o leggermente maggiore, 150mm, sia di analoga tipologia che Rifrattori.

I Rifrattori sono stati scartati perchè in ogni caso troppo ingombranti e pesanti, come il Bresser 127/1200 (che è stato il principale antagonista del MAK 127), o i, costosi e difficili da acquistare, 150/1500 e 150/1800.
I Rifrattori più compatti sono caratterizzati da una focale quasi sempre corta, 900mm o meno; sono quindi strumenti adatti all'osservazione di Grandi Campi piuttosto che per l'Alta Risoluzione.

Infine la scelta è caduta sui Maksutov, ed in particolare sul modello da 127mm, considerando principalmente questi motivi:

1) lo strumento NON ha assolutamente lo scopo di essere adibito alle osservazioni del Cielo Profondo, ma solo nell'ambito delle osservazioni Planetarie e dei Sistemi Stellari Doppi o Multipli.
2) deve essere estremamente maneggevole e trasportabile, altrimenti andava bene anche l'acromatico 127/1200.
3) ultimo, ma non di poca importanza, non deve essere eccessivamente costoso.

Tratterò per ultimo il punto 1).
Per quanto riguarda il punto 2); il MAK127 ha dimensioni più contenute, e quindi è più compatto, rispetto al MAK150, ed è più leggero
(valori relativi al solo Tubo Ottico):

MAK127: 33x14 cm - 3,4 Kg
MAK150: 40x18 cm - 5,6 Kg
insomma il MAK127 lo si mette in uno zaino e lo si usa forse anche su un buon cavalletto fotografico o qualcosa di simile.
In alternativa montature AZ manuali più robuste non mi mancano di certo.
Punto 3); Il MAK127 costa quasi esattamente la META' del MAK150, e per chi deve far quadrare i conti non è poco !
Eccoci finalmente al punto 1).
Ho estrapolato dal "Libro dei Telescopi" di W. Ferreri i seguenti dati; magari non saranno assolutamente precisi, ma forniscono delle chiare indicazioni
(il primo valore riguarda uno strumento da 130mm, il secondo uno strumento da 150mm):


a) Potere Risolutivo: 0,9" - 0,8"
b) Magnitudine Limite: 12,4 - 12,7
c) Massimo Ingrandimento (per quel che questo valore può significare): 280 - 300

Per cui nelle applicazioni, come quelle che mi interessano e che ho indicato all'inizio, IMHO, i due strumenti sono praticamente equivalenti e lo scegliere il MAK150 non vale la spesa doppia; inoltre il MAK127 può diventare un preziosissimo compagno di osservazioni sia a casa che in viaggio.

Descrizione

Le 3 fotografie a sinistra mostrano il MAK127 alla sua Prima Luce subito dopo l'arrivo, mentre la fotografia a destra mostra gli accessori di serie.






Le caratteristiche principali di questo telescopio sono:

Telescopio

Sky-Watcher 127 - Signature Series - Maksutov-Cassegrain - OTAW - 2"

Apertura

127 mm

Lunghezza Focale

1500 mm

Rapport Focale

F 11,8

Specchio Secondario (diametro)

42 mm

Ostruzione Centrale (diametro)

42mm = 33%

 Campo Massimo
  1,22°

Lunghezza

320mm

Peso (solo OTA)

3 Kg


Ho trovato molto buona la descrizione e la recensione di questo strumento (in inglese), nel sito da cui ho tratto le caratteristiche sopra riportate, per cui ne inserisco il link per chi volesse saperne di più:

http://scopeviews.co.uk/SW127Mak.htm

In conclusione mi aspetto davvero molto da questo strumento, al punto che sto pensando di dotarlo, in futuro, di una montatura AZ computerizzata che mi aiuti nell'osservazione, sopratutto planetaria, ad alti ingrandimenti.



www.000webhost.com